L’Age di Senigallia pagherà un bollo auto a chi va a Scapezzano

La tenacia e la passione con cui i genitori di Scapezzano stanno cercando di trovare una manciata di bambini, affinché si possa raggiungere il numero necessario per la formazione della prima classe, è veramente ammirevole.

Le iniziative che questi genitori hanno messo in campo nelle ultime settimane ormai non si contano più. Un sito ricco d’informazioni, presenza assidua nei dibattiti, l’invito ai genitori della città a visitare la scuola con i loro figli, la proposta delle iscrizioni intelligenti evidenziano con chiarezza che la comunità di Scapezzano difende con i denti la sua scuola. Ma perché una famiglia che vive in città sceglierebbe di portare il proprio bambino sulla collina di Scapezzano? Per l’aria buona, l’ospitalità della sua popolazione, la pregiata offerta formativa, la partecipazione dei genitori, il tempo pieno, la conoscenza delle insegnanti, per semplice spirito di solidarietà? Forse, ma non credo che tutto questo basti per un’”iscrizione intelligente’.

L’esperienza conosciuta è che le famiglie normalmente portano i propri figli nella scuola che sta più comodo a loro, perché è vicina al posto di lavoro, perché è a quattro passi dalla suocera, perché solo là si fa un tempo scuola più idoneo. Abbiamo situazioni particolarissime di genitori di Ostra che portano il figlio alla Marchetti, di genitori che abitano a 100 metri dall’Aldo Moro che portano il figlio alla Rodari, di genitori che abitano alle Saline che ogni mattina vanno alla Puccini. Quindi, tutta questa offerta formativa paventata dalle scuole della città è spesso elusa dalla scelta della famiglia che utilizza ben altri parametri di valutazione. E allora perché alcune famiglie dovrebbero decidere di andare a Scapezzano?

E se ci fosse un incentivo a solleticare l’interesse di qualcuno? Beh! Se il Comune di questa città mi pagasse il bollo annuale, o un tagliando per la macchina, rifletterei con serietà sulla proposta. Intanto, l’Age di Senigallia darà il buon esempio. Infatti, pagherà la tassa di circolazione annuale ad una famiglia che mostrerà interesse a portare il bambino a Scapezzano. Spero che questo non indigni il Comitato dei genitori di Scapezzano, perché, a fronte di una proposta di forte valenza educativa, solo la venalità di un incentivo potrebbe far scattare una “iscrizione intelligente”. Spero, altresì, che neanche le istituzioni pubbliche gridino allo scandalo, perché politicamente si ritrovano una grossa responsabilità nel mantenere aperta una bella scuola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...