L’esperienza Family alla Fiera dell’Artigianato

LI quattro giorni vissuti alla Fiera dell’artigianato artistico meritano alcune considerazioni sul ruolo educativo, evocativo e di valorizzazione delle produzioni presenti nel nostro stand.

Alla Fiera quest’anno si trovavano sostanzialmente due tipi di espositori. Gli artigiani che rappresentavano se stessi, esponendo il meglio delle loro produzioni locali, regionali ed extraregionali e quelli che invece, mettendo in risalto i loro prodotti o realizzandoli al momento con la collaborazione dei presenti (laboratori), erano aggregati in stand più grandi. L’ipotesi di partenza del nostro gruppo era oltre a far conoscere ed apprezzare le proprie abilità artigianali attraverso la carta, il legno, la plastilina o la resina, vi era quella di mostrare manufatti di autori assolutamente sconosciuti (Staffolani, Mengoni, Marziano, Calcinaro) o molto conosciuti ma quasi introvabili (Pigna). La seconda scommessa era quella di interessare e coinvolgere una tipologia di visitatori di età compresa tra i 3 e i 13 anni con performances di animazione della carta (cd “Forbicicchi” che consistono nella realizzazione in diretta di animali colorati saltellanti e terrificanti utilizzando semplicemente il cartoncino bristol tagliato a strisce e sagomato) o sessioni di acquarello su tavolette di legno su cui erano riportate le immagini di personaggi fiabeschi disegnati con la china. Il clima festoso e allegro che si è creato fino a tarda ora ha naturalmente coinvolti i genitori di questi bambini che fino all’ultimo hanno voluto portar via qualcosa di “cotto” all’istante. Infine, anche i nostri figli, trascinati dall’entusiasmo, si sono adoperati, tra una serata e l’altra, in copiose produzioni di origami e di animali di carta da poter vendere a prezzi decisamente invitanti. Ma gli affari per gli adulti?

Ebbene, tra uno scudo ed una spada di legno decorati al momento, tra un cavalluccio di legno o un libricino fatto a mano e una macchinetta di cartapesta che rievocavano tanti ricordi infantili, molti genitori hanno ritenuto che valesse la pena spendere qualche euro per portare a casa il ricordo di una bella serata. Chiudiamo la nostra riflessione con un aneddoto emblematico. Un genitore, particolarmente colpito da quanto il figlio fosse rimasto attratto dall’acquarellare un disegno, ci ha manifestato una certa preoccupazione riguardo alla sua incapacità di distogliere suo figlio dai giochi elettronici e farlo interessare a giochi manuali decisamente più creativi. Alla fine siamo arrivati alla conclusione che spesso non è il tempo che manca a noi adulti o l’incapacità di trasmettere manualità e creatività ma quello di pensare di aver delegato tutti i saperi alla scuola e di aver dimenticato di essere cresciuti tra semplici balocchi costruiti con materiali di fortuna. Quindi, noi ci auguriamo di aver trasmesso, grazie alla semplicità dei materiali e degli strumenti di lavoro, e all’onda emotiva creata dai ricordi, una qualche possibilità di divertirsi ancora con l’ingegno.

Annunci

Fiera dell’Artigianato Artistico: AGE e lo studio Zelig


Fiera dell’Artigianato Artistico: AGE e lo studio Zelig Quello che non vi aspettate lo troverete presso lo stand di Alberto ed Enea alla Fiera dell’Artigianato Artistico dal 6 al 10 luglio, dalle 18,00 alle 24,00, sul prato della Rocca di Senigallia (sotto le scalette della piazza – lato EXPO).

Isabel ed Enea dello studio Zelig espongono i frutti del laboratorio di rilegatura artistica, giocattoli in cartapesta e manufatti realizzati in collaborazione con gli utenti disabili dello studio dalle straordinarie capacità manuali. Saranno esposti alcuni complementi di arredo in cartone ondulato di Kubedesign, i quaderni floreali in carta riciclata della Pigna, le caricature di Marco Calcinaro su carta Fabriano, i puzzle d’arte, le chine su legno di Marziano, le pregiate carte da lettera e tante altre piccole cose di valore ecologico ed ambientale.

Inoltre, Ivana da Corridonia, nel pomeriggio di sabato realizzerà soggetti in alto e bassorilievo in plastilina, quindi in gesso o resina, per creare stampi per l'argenteria o semplici pannelli decorativi. Tutte le sere per la gioia di grandi e piccini i “Forbicicchi” di Enea, simpatici piccoli animali realizzati con strisce di cartoncino colorato. Sabato pomeriggio, inoltre, “Un foglio di carta animato” performance animata di figure realizzate con la carta. Se non trovate quello che cercate, ditecelo, l’anno prossimo lo troverete.